Congolese woman cleans an area of land to start to cultivate crops JOHN WESSELS/AFP/Getty Images

Uguaglianza finanziaria per le donne africane impiegate nel settore agricolo

NAIROBI – In tutto il mondo, i movimenti social come #MeToo and #TimesUp stanno ispirando discussioni importanti sulle pratiche ingiuste che le donne hanno dovuto affrontare per lungo tempo in ogni aspetto della loro vita. In alcuni casi, queste discussioni hanno portato a cambiamenti misurabili rispetto a come le donne vengono trattate sul posto di lavoro, a casa e in altri luoghi all’interno della società.

Purtroppo, fino ad oggi, la maggior parte della focalizzazione è stata sulle donne dell’occidente, o le donne che vivono nelle aree urbane. Le donne delle aree rurali, e in particolar modo le donne povere impiegate nell’agricoltura nell’Africa sub-sahariana, non hanno ancora tratto alcun beneficio dalla recente attenzione sulla parità di genere. Ma se si vuole coprire il divario tra donne e uomini in Africa, è necessario coinvolgere le donne africane nel dialogo a livello globale, un aspetto che al momento rappresenta l’ostacolo principale.

L’Africa sub-sahariana è tra le regioni con maggior disparità di genere a livello mondiale. Secondo il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP), “le percezioni, gli atteggiamenti e i ruoli di genere tradizionali” limitano l’accesso delle donne ai servizi sanitari e all’istruzione e portano a livelli sproporzionati di responsabilità familiare, segregazione sul lavoro e violenza sessuale.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/0JcOlRf/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.