UNICEF Ethiopia/Flickr

Idee che salvano la vita

GINEVRA – Il rapimento di oltre duecento ragazze nel nord della Nigeria ci ricorda brutalmente quanto siano vulnerabili i bambini, e in particolare le bambine, dell'Africa. Altrettanto importante, però, è riconoscere che questa brutta situazione non riflette la realtà dell'Africa moderna, i cui leader sono invece impegnati a proteggere i loro piccoli connazionali. La loro capacità di offrire lo stesso tipo di protezione di cui godono i bambini nei paesi ricchi richiede due ingredienti fondamentali: partnership e idee.

Questo perché, sebbene il terrorismo rappresenti una minaccia insidiosa, il rischio più grande che corrono i bambini è quello delle malattie, che spesso possono essere evitate grazie alle vaccinazioni. Di fatto, mentre il mondo discute su come liberare le ragazze rapite, un'altra minaccia si profila all'orizzonte: la straordinaria diffusione della polio quest'anno ha spinto l'Organizzazione Mondiale della Sanità a dichiarare un'emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale, con diversi paesi africani che rischiano di esportare la malattia.

Fortunatamente, esistono metodi rapidi e concreti per sconfiggere la polio e una miriade di altre malattie prevenibili con i vaccini, che attualmente mietono vite innocenti in Africa e altrove. Fra l'altro, gli stessi leader africani riconoscono che il modo migliore per fornire ai bambini una protezione duratura e sostenibile è la pratica della vaccinazione. All'inizio di questo mese, i leader africani riunitisi ad Abuja, capitale della Nigeria, hanno approvato la dichiarazione Immunize Africa 2020, con la quale s'impegnano a garantire un futuro sano e sostenibile per tutti i loro bambini.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/7SoiPLz/it;