banner Trump, Le en HitlerP Lukas Schulze/Getty Images

Come combattere i demagoghi populisti

CAMBRIDGE – A una conferenza a cui ho partecipato ultimamente ero seduto accanto a un famoso economista americano, esperto di politica commerciale. Ad un certo punto, abbiamo iniziato a parlare dell’accordo nordamericano di libero scambio (NAFTA), che il presidente Donald Trump ritiene responsabile delle sofferenze dei lavoratori americani e sta cercando di rinegoziare. “Non ho mai pensato che il NAFTA fosse chissà che”, ha detto l’economista durante la conversazione.  

Non potevo credere alle mie orecchie. L’esperto in questione era stato tra i più aperti e insigni sostenitori del NAFTA ai tempi della sua stipula avvenuta un quarto di secolo fa. Insieme ad altri economisti, era stato determinante nel convincere il pubblico americano della validità dell’accordo. “Sostenevo il NAFTA perché pensavo che avrebbe spianato la strada ad altri accordi commerciali”, mi ha poi spiegato il collega.  

Un paio di settimane dopo, ho partecipato a una cena in Europa, in cui lo speaker era un ex ministro delle finanze di un paese dell’eurozona. Il tema del dibattito era l’ascesa del populismo. L’ex ministro, che aveva abbandonato la politica, usava parole forti per commentare gli errori che, a suo avviso, aveva commesso l’élite politica europea. “Accusiamo i populisti di fare promesse che poi non riescono a mantenere, mentre siamo noi i primi che dovrebbero essere criticati per questo”, diceva. 

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/TtkCtsi/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.