Daniel Roland/AFP/Getty Images

La nuova realtà fiscale

PARIGI – “Quando i fatti cambiano, io cambio idea. Cosa fai, signore?” Questa, stando a quanto si dice, è la risposta che ha dato Keynes alle critiche secondo le quali l’economista aveva cambiato posizione sulla risposta politica alla Grande Depressione. Il pragmatismo di questo tipo non è così comune: le opinioni politiche sono spesso caratterizzate da una notevole inerzia. Troppo spesso, le prospettive di oggi restano modellate dai fatti di ieri.

La politica fiscale ne è un esempio calzante. I fatti sono cambiati in due modi significativi. In primo luogo, per gli stati sovrani gli oneri finanziari a lungo termine sono eccezionalmente bassi. Alla fine di ottobre, il rendimento annuo dei titoli di stato emessi dalla Francia, un paese con un debito pubblico che si avvicina al 100% del Pil, era dello 0,5% per i titoli a dieci anni e dell’1,6% per i titoli a 50 anni. Italia e Spagna, che hanno affrontato la riluttanza degli investitori cinque anni fa, sono state anche in grado di battere il mercato delle obbligazioni a 50 anni. Finché la forte domanda di titoli di debito governativi dura (oggetto di dibattito tra gli economisti), vi è un'opportunità senza precedenti per finanziare gli investimenti pubblici.

Un fattore chiave nel determinare se prendere in prestito è la differenza tra il tasso di crescita nominale del Pil e il tasso d'interesse: se è negativo, il debito può essere facilmente rimborsato, perché il reddito nominale cresce più velocemente rispetto all'onere degli interessi. Utilizzando il passato (abbastanza infelice) come termine di paragone, è difficile credere che il Pil nominale francese aumenterà meno dello 0,5% all'anno per i prossimi dieci anni: dal 2005 al 2015, la crescita nominale ha raggiunto in media il 2,1%. Quindi, i bassi tassi di interesse sono un'occasione da non perdere.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/AI5bUoJ/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.