Climate change protest

Costruire Responsabilità sul Clima

WASHINGTON, DC – Tra meno di 80 giorni, i leader mondiali avranno la possibilità di raggiungere un accordo epocale nella lotta contro il cambiamento climatico. La Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite a Parigi, a dicembre, potrebbe segnare un punto di svolta nella storia del mondo: il riconoscimento unanime della necessità di agire per prevenire le conseguenze più dannose del riscaldamento globale.

Ma se si deve trovare un accordo, i partecipanti alla conferenza dovranno superare la diffidenza che ha portato alla polarizzazione e all’inazione durante i precedenti negoziati. L’effettiva attuazione di un accordo con forti limitazioni sulle emissioni di gas serra dovrà in primo luogo rispettare gli impegni già sottoscritti, tra cui la promessa da parte dei paesi sviluppati di spendere 100 miliardi di dollari all’anno entro il 2020 per aiutare il mondo in via di sviluppo a mitigare il proprio contributo al cambiamento climatico ed adattarsi ad un mondo sempre più caldo.

Data la portata della sfida e dei costi che l’inerzia impone sulle persone più vulnerabili del mondo, le istituzioni finanziarie per lo sviluppo e le altre parti interessate devono dimostrare il proprio impegno nella prevenzione degli effetti più dannosi dei cambiamenti climatici. Agire in questa direzione richiede una rinnovata – e trasparente – dedizione a tale impresa.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/4UaPHgc/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.