Nigerian women Chris Hondros/Getty Images

Migliorare la salute delle donne africane attraverso l’inclusione finanziaria

ACCRA – Alla fine del mese di ottobre, l’ufficio regionale per l’Africa dell’Organizzazione mondiale della sanità ha siglato un accordo con l’Unione internazionale delle comunicazioni (Itu) delle Nazioni Unite. L’obiettivo primario di quest’insolita partnership è incoraggiare l’impiego dei servizi digitali “per salvare vite umane e migliorare la salute delle persone”, ma forse il suo tratto più innovativo è la volontà di combinare strategie di inclusione finanziaria con prestazioni sanitarie moderne.  

L’inclusione finanziaria è una soluzione collaudata per migliorare la salute delle persone, soprattutto delle donne nei paesi in via di sviluppo. Le donne che hanno facilità di accesso a conti bancari o sistemi di trasferimento di denaro tendono a investire di più nella propria impresa e nella famiglia e, a loro volta, hanno una vita più sana e soddisfacente.

Eppure, molto spesso le iniziative come quella sancita ad ottobre si concentrano solamente su uno dei due aspetti – sanità digitale o prodotti finanziari, ad esempio quelli assicurativi. E dato che la capacità degli africani di guadagnare e risparmiare denaro può fare la differenza tra una buona assistenza e nessuna assistenza, ciò rappresenta un’opportunità perduta per aiutare i pazienti a rendere più resilienti le loro comunità.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/beTgFCX/it;