Fed chair Janet Yellen Chip Somodevilla/Getty Images

Chi Vuole la Deregulation della Finanza?

LONDRA – Da quando all’entrata della West Wing della Casa Bianca funziona una porta girevole, è difficile tenere traccia di chi entra ed esce dai corridoi del potere americano. Tutto quanto viene scritto sul personale e sulle politiche dell’amministrazione Trump può essere invalidato prima della pubblicazione.

Almeno per il momento, tuttavia, gli attori fondamentali della politica economica rimangono al loro posto. Steve Mnuchin è ancora il Segretario del Tesoro e non è stato menzionato nei comunicati durante le ultime lotte di potere. Gary Cohn continua a presiedere il National Economic Council, anche se si è dichiarato insoddisfatto da alcune dichiarazioni del presidente su questioni non economiche. E naturalmente Janet Yellen è ancora al comando della Federal Reserve, almeno fino al febbraio del prossimo anno.

Ma questa stabilità non sembra indicare una visione unitaria e definita della politica economica e finanziaria, in particolare riguardo al futuro quadro di regolamentazione finanziaria. Una recente intervista degna di nota del Financial Times con il vice presidente della Fed, Stanley Fischer, ha rivelato alcuni gravi dissensi.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/aYp9N0W/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.