Menstrual products Allison Shelley/For The Washington Post via Getty Images

Demistifichiamo le mestruazioni

LONDRA/BALTIMORA – Le mestruazioni sono naturali come il battito cardiaco. Eppure, per le donne più vulnerabili del mondo, incluse profughe, senzatetto, adolescenti e sfollate per casi di emergenza, il ciclo può essere un’esperienza stressante e persino pericolosa.

In molte società, il ciclo di una donna è un argomento avvolto nell’eufemismo e nel segreto, perché nell’immaginario collettivo fa sentire donne e ragazze in imbarazzo, isolate e insicure. Se a questo aggiungiamo la mancanza di accesso ai prodotti sanitari, o a luoghi sicuri e privati per utilizzarli, i risultati possono essere devastanti dal punto di vista sociale ed emotivo.

Le difficoltà nel gestire le mestruazioni possono incidere negativamente sulla capacità di lavorare o frequentare la scuola, aggravando l’ansia, lo stress e la paura di donne e ragazze. Pratiche mestruali non sicure danno anche luogo a gravi rischi per la salute. In alcune aree dell’Africa sub-sahariana e del Sud asiatico, ad esempio, le donne e le ragazze sono spesso costrette ad utilizzare mezzi di protezione non igienici e inefficaci come fango, foglie o letame, aumentando il rischio di infezione.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/Fv1FRCP/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.