elerian109_anucha-sirivisansuwan-getty-images_cargo-boat-sun anucha sirivisansuwan/Getty Images

La dialettica della politica commerciale globale

MONACO DI BAVIERA – Attualmente è in atto un cambiamento sottile ma importante nel modo in cui i leader politici vedono il commercio internazionale e pensano di risolvere problemi di lunga data. Esso scaturisce da una distinzione fondamentale, in ambito commerciale, tra il “cosa” (su cui c’è un consenso abbastanza diffuso tra i paesi) e il “come” (al cui riguardo le differenze esistenti hanno tendenzialmente avuto l’effetto di minare relazioni importanti, sia transatlantiche che tra la Cina e i paesi avanzati). Si può, pertanto, dire che c’è ancora un margine di ottimismo, e che esso è più ampio di quello suggerito dai discorsi incentrati su guerre commerciali, norme che soffocano gli investimenti, conflitti tecnologici e l’aumento delle tensioni tra le grandi potenze.   

Il consenso relativamente diffuso nell’ambito del commercio internazionale tende a focalizzarsi su quattro ipotesi principali, avvalorate da vari studi e prove:

Innanzitutto, un commercio libero ed equo è nell’interesse della maggior parte delle persone nella maggioranza dei paesi, ma non basta per raggiungere una prosperità inclusiva. Particolari segmenti della società rischiano di essere trasferiti, emarginati e isolati. Pertanto, il commercio non è solo una questione economica, ma ha importanti implicazioni sul piano istituzionale, politico e sociale.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/4pTXmP6/it;
  1. abe10_TIZIANAFABIAFPGettyImages_shinzoabesmilingatcamera Tiziana Fabi/AFP/Getty Images

    The G20 in Osaka

    Shinzo Abe

    Japan is advocating a system of “Data Free Flow with Trust,” an approach that attempts to allow the free flow of data under rules upon which all people can rely. And launching DFFT is just one of four major agenda items that Japan's prime minister has in store for the group's upcoming summit.

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.