Chris Van Es

Salute mentale per tutti

MELBOURNE – Una sera di primavera del 1997 – all'epoca ero ricercatore di salute mentale presso l'Australian National University di Canberra – io e mia moglie Betty Kitchener, infermiera che nel tempo libero teneva corsi di pronto soccorso per la Croce Rossa, ci siamo ritrovati a parlare dell'inadeguatezza della formazione tradizionale sul primo soccorso. Questo tipo di formazione tende a trascurare le emergenze che riguardano la salute mentale e, pertanto, non fornisce gli strumenti necessari per soccorrere persone in preda a pensieri suicidi, attacchi di panico, stress post traumatico, alcol e droghe, o una progressiva dissociazione dalla realtà.

Betty ha vissuto sulla propria pelle le potenziali conseguenze di questo vuoto di conoscenza. All'età di quindici anni, infatti, ha sofferto di una grave depressione, culminata con un tentativo di suicidio. Purtroppo, all'epoca la famiglia e gli insegnanti non hanno riconosciuto il problema e non le hanno fornito alcun sostegno o aiuto professionale. La mancanza di una cura tempestiva ha impedito a Betty di guarire completamente, costringendola a convivere con la malattia anche in seguito.

Per fare in modo che sempre meno persone siano lasciate sole nella sofferenza come Betty, quella sera abbiamo deciso di istituire un corso di primo soccorso per la salute mentale nella nostra comunità locale. Tre anni dopo, avendo Betty ridotto il suo impegno come infermiera per dedicarsi di più alla formazione, il progetto ha finalmente visto la luce.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/KcCBdKP/it;