Woman working on silk spinning machine Godong/UIG via Getty Images

La sfida tecnologica dell’industria dell’abbigliamento

COLOMBO – Per molti anni, la discussione sull’industria dell’abbigliamento globale è stata dominata dalla domanda: “Dove sono stati fatti i vestiti e da chi?” Ma oggi la domanda principale è diventata:” Come sono stati fatti i vestiti? E con cosa?”

Ciò che indossiamo è diventato ad alta tecnologia, che voi lo sappiate o no. Dopo decenni di produzione ad alta intensità di manodopera nei paesi del sud a livello globale, l’intelligenza artificiale (AI) e la robotica stanno rimpiazzando gli esseri umani nella catena di montaggio. Ma se da un lato questi cambiamenti porteranno dei nuovi benefici ai consumatori (come una consegna più rapida e un abbigliamento su misura), dall’altro comporteranno dei costi. I cambiamenti al modello di business dell’industria dell’abbigliamento stanno infatti minando la sopravvivenza di milioni di persone dei paesi di medio e basso reddito, mentre le modalità in cui questi paesi si adatteranno avranno delle conseguenze notevoli.

Oggi più della metà delle esportazioni tessili a livello mondiale e circa il 70% delle esportazioni di indumenti preconfezionati provengono dalle economie in via di sviluppo. In Asia, circa 43 milioni di persone sono impiegate nelle industrie dell’abbigliamento, tessile, e delle calzature e di queste tre quarti sono donne. Dalla Cina al Bangladesh, la produzione tessile e di indumenti ha facilitato l’emancipazione femminile facendo uscire intere generazioni dalla povertà. In parole semplici, la fine di questi lavori sarebbe devastante.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/vcBB7RY/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.