1

Una Diagnostica per la Salute Mondiale

CORVALLIS, OREGON – Nei paesi sviluppati, in caso di malattia, la maggior parte delle persone danno per scontato di poter accedere a diagnosi e trattamenti tempestivi. Infatti, mentre il processo diagnostico -che in genere comporta l’invio di un campione di sangue, di urina, o di un tessuto ad un laboratorio di analisi- può essere ingombrante e costoso, permane un’ampia disponibilità di operatori sanitari e di laboratori sofisticati. Come risultato, nel mondo sviluppato, il peso delle malattie si è notevolmente ridotto.

Al contrario, nel mondo in via di sviluppo, milioni di persone muoiono ogni anno per malattie curabili come la malaria, a causa della mancanza di laboratori avanzati e test diagnostici alternativi. Ma vi è motivo di speranza: avanzamenti nel campo della microfluidica posseggono le potenzialità per una trasformazione dell’assistenza sanitaria, consentendo il trasferimento di test di laboratorio con standard di riferimento nei luoghi di cura (point of care - POC).

Chicago Pollution

Climate Change in the Trumpocene Age

Bo Lidegaard argues that the US president-elect’s ability to derail global progress toward a green economy is more limited than many believe.

Un test POC, in grado di fornire risultati precisi e tempestivi, garantirebbe l’accesso diagnostico alle popolazioni meno abbienti, permettendo di arrivare prima ad una terapia e contribuendo ad evitare cure sbagliate (trattando una malattia per un’altra con sintomi simili). Al fine di soddisfare il loro potenziale, tuttavia, i test POC devono considerare la vasta gamma di fattori che influenzano le applicazioni sanitarie.

In primo luogo, un test POC deve adeguarsi ai particolari vincoli ambientali ed operativi del luogo in cui deve essere utilizzato. Tra questi ci possono essere una fornitura di energia elettrica inaffidabile, condizioni ambientali difficili o imprevedibili, un limitato tempo di contatto fra l’operatore sanitario ed il paziente, la mancanza di formazione degli utenti, seri vincoli nei costi, e l’inadeguatezza delle infrastrutture locali, che può ostacolare la manutenzione e la riparazione degli strumenti necessari.

Difatti, le condizioni di un POC possono variare dalle prestazioni di un operatore sanitario semi-addestrato, che lavora in una clinica con l’elettricità e l’accesso alla refrigerazione, a quelle di un individuo non addestrato in un ambiente senza alcun meccanismo per il controllo della temperatura o dell’umidità. Al fine di garantire la più ampia copertura possibile, i test POC devono essere progettati per lavorare con minori risorse.

Allo stesso modo, per una loro utilità clinica, i test POC devono rispondere alle esigenze dei diversi test. Mentre la diagnosi della malaria richiede solo un risultato positivo o negativo, un test virale HIV dovrebbe fornire un risultato graduale indicativo della quantità di virus rilevato.

Tra i format di test POC più efficaci vi è il noto test di gravidanza, che richiede solo l’urina dell’utente ed impiega circa 15 minuti per fornire il risultato. Questa classe di “test diagnostici rapidi” (RDT), utilizzati anche per malattie infettive come la malaria e l’HIV, soddisfa molti dei requisiti fondamentali per applicazioni sanitarie globali: sono test veloci e poco costosi, possono essere condotti facilmente da un utente inesperto, e non richiedono refrigerazione. Ma mancano della sensibilità necessaria a fornire adeguate informazioni di diagnostica per molte altre situazioni sanitarie.

Dato ciò, i ricercatori stanno lavorando allo sviluppo di test più sofisticati basati su provini cartacei. Ad esempio, una nuova classe di strumenti, delle dimensioni di un francobollo, che dividono un campione in più zone con diverse composizioni chimiche di rilevazione, è stata utilizzata per testare le condizioni multiple associate ad insufficienza epatica in pazienti affetti da HIV e da tubercolosi. E questi dispositivi   con sistemi di rilevazione cartacei includono meccanismi dotati di temporizzazione per consentire test automatici a più fasi, come quelli utilizzati nei laboratori, ma in un formato monouso.

Un altro meccanismo per espandere le capacità dei test diagnostici potrebbe trarre vantaggio della diffusione delle reti di telefonia mobile nei paesi in via di sviluppo. I Test Diagnostici Rapidi (RDT) sono in gran parte limitati ad applicazioni che richiedono un’interpretazione visiva. Un telefono cellulare semplice potrebbe essere utilizzato per catturare ed inviare i dati immagine da un RDT ad un sito anche molto lontano, in cui un fornitore di assistenza sanitaria dovrebbe fornire una risposta di commento sui risultati.

Ma l’attuazione di un tale programma solleva una nuova serie di sfide. Per garantire risultati accurati, si dovrebbero mettere a punto la variabilità del posizionamento della telecamera da parte dell’utente e le condizioni di illuminazione in ambienti di test differenti. (Un approccio promettente in fase di sviluppo potrebbe utilizzare un adattatore per collegare il telefono cellulare non dedicato al RDT).

Inoltre, un test basato sul telefono, per collegarsi al sistema sanitario, richiederebbe appositi software, come ad esempio i protocolli di comunicazione e le procedure di definizione delle priorità. E si dovrebbero affrontare i problemi di compatibilità sollevati dalla vasta gamma di telefoni cellulari.

Fake news or real views Learn More

Infine, una distribuzione efficace di test basati su telefonini semplici richiederebbe la loro accettazione da parte della struttura medica. Un passo promettente è venuto dalla recente approvazione da parte della statunitense Food and Drug Administration di alcuni dispositivi medici supportati da lettori basati su dispositivi telefonici dedicati.

Sono in fase di sviluppo test POC efficaci; la proliferazione dei telefoni cellulari farà ulteriormente aumentare le capacità di questi test. Queste possibilità emergenti promettono l’estensione della portata della diagnostica di alta qualità a popolazioni lontane, il miglioramento della gestione della salute, e la riduzione dei costi dell’assistenza sanitaria in tutto il mondo.