Il “falso” euroscetticismo tedesco

BRUXELLES – Secondo la saggezza popolare, la crisi dell’Eurozona ha ridotto la fiducia dei cittadini nell’Unione europea – e nelle istituzioni europee in generale – in tutti gli Stati membri. Diversi report recenti sostengono che il pubblico tedesco, in particolare, abbia voltato le spalle all’Europa.

Una recente nota di informazione di Open Europe, ad esempio, asserisce che i cittadini tedeschi tendono a fidarsi meno del Parlamento europeo che del parlamento nazionale e rileva un calo di fiducia nelle istituzioni Ue dall’inizio della crisi. Allo stesso modo, un messaggio del Consiglio europeo sulle relazioni estere dichiara: “La fiducia nell’Ue si è ridotta drasticamente in tutto il continente. Sia i debitori del Sud che i creditori del Nord si sentono vittime”. E il report del Pew Research Center rilasciato a maggio, dal titolo “The New Sick Man of Europe: The European Union” (Il nuovo malato dell’Europa: l’Unione europea) conclude: “Ora il progetto europeo ha una cattiva fama in gran parte d’Europa”.

Questa storia è semplicemente sbagliata. La fiducia dei tedeschi nell’euro di fatto è cresciuta durante la crisi e sebbene la loro fiducia nelle istituzioni Ue sia scesa fino a paio di anni fa, ora è in ripresa.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/6DvOb3Dit