bloomberg4_ROSLAN RAHMANAFP via Getty Images_solarcity Roslan Rahman/AFP via Getty Images

Per sostenere l'impegno per il clima bisogna sostenere i sindaci

BRUXELLES – Alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP26) di quest’anno a Glasgow l’attenzione sarà perlopiù rivolta a ciò che i governi nazionali possono fare per ridurre le emissioni in modo rapido e rispettare l’impegno già assunto di stanziare 100 miliardi di dollari all’anno in forma di finanziamenti per il clima per i paesi a basso e medio reddito.  

Si tratta certamente di questioni fondamentali. Esiste, però, un altro gruppo di leader il cui operato è altresì cruciale per affrontare i cambiamenti climatici, e che insieme stanno mostrando cosa si può realizzare: i sindaci. Impegnarsi a sostenere e a collaborare di più con le città nel portare avanti strategie di adattamento e mitigazione degli effetti del clima è una delle misure più importanti che i governi nazionali potrebbero adottare alla COP26.   

Poiché ospitano una parte sempre crescente della popolazione mondiale, le città sono responsabili di circa tre quarti del consumo energetico globale e del 70% delle emissioni di anidride carbonica. Fortunatamente, i sindaci hanno l’autorità necessaria per intervenire sulle principali fonti di tali emissioni, soprattutto i mezzi di trasporto e il consumo energetico degli edifici.  

To continue reading, register now.

As a registered user, you can enjoy more PS content every month – for free.

Register

or

Subscribe now for unlimited access to everything PS has to offer.

https://prosyn.org/0MkVyVqit