19

Il momento della verità per il Regno Unito

BRUXELLES – Il voto del Regno Unito a favore dell’uscita dall’UE ha messo in un limbo il ruolo del paese all’interno dell’Europa. Ogni giorno che passa aumenta la situazione di stallo tra Regno Unito e UE rendendo il futuro più incerto.

La leadership dell’UE vorrebbe andare avanti con il procedimento di uscita e ha chiesto al Regno Unito di fare i passi necessari per avviare la procedura come indicato dall’Articolo 50, ovvero il provvedimento del Trattato di Lisbona che prevede la procedura di ritiro dei paesi membri dall’UE.

Il Regno Unito è da parte sua in stato confusionale e deve innanzitutto scegliere un nuovo leader ora che il Primo Ministro David Cameron ha annunciato le sue dimissioni. Ma la maggior parte dei politici britannici hanno ormai accettato il risultato del referendum sulla “Brexit” e il fatto che la volontà degli elettori debba essere ora portata avanti in modo tale da preservare al meglio gli interessi nazionali del paese.

Dato che il mercato interno è sempre stato una priorità per il Regno Unito, una delle opzioni più dibattute che trova un consenso da parte di tutti i partiti è il cosiddetto “modello norvegese”, ovvero l’adesione all’Area Economica Europea (EEA).