vaccines Neil Thomas/Getty Images

Le vaccinazioni in Africa

BOSTON – In febbraio ad Addis Abeba, i ministri della sanità africana hanno sottoscritto una dichiarazione, ampiamente osannata, del loro impegno a mantenere l’immunizzazione in prima linea per salvare i bambini del continente dalla morte e dalle malattie. Onorare quell’impegno non sarà semplice. L’immunizzazione non è solo una questione di salute, è anche una sfida economica.

Le argomentazioni a favore dei vaccini sono forti. A livello globale, si stima che ogni anno le vaccinazioni prevengono 2-3 milioni di morti infantili e 600.000 morti adulte. Inoltre, l’immunizzazione è considerata una delle azioni sanitarie economicamente più efficace per ridurre la morbilità, la mortalità e la disabilità infantile. Uno studio recente stima che ogni dollaro speso in vaccini fa risparmiare 16 dollari in costi medici. Considerando il valore che i singoli individui ripongono nella longevità e nella salute, i rendimenti netti sugli investimenti in immunizzazioni superano di 44 volte il costo. E i rendimenti netti superano i costi per tutti i vaccini.

Sono stati compiuti progressi significativi. Nel 2014 l’86% dei bambini è stato immunizzato contro difterite, tetano, pertosse, rispetto a meno del 5% nel 1974. E sono stati fatti straordinari passi avanti nel numero e nella tipologia di vaccini disponibili.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/cml3P4L/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.