Paul Lachine

L’Europa in trappola

WASHINGTON – L’élite della politica europea, ovvero chi delinea le strategie da seguire a livello nazionale e dell’eurozona, è in seri guai. E’ infatti a causa della sua mal gestione del contesto economico che si è arrivati ad una situazione di profonda crisi a discapito di tutte le

nobili promesse di unità e prosperità sancite con l’introduzione dell’euro. Anche se, infatti, l’unione monetaria riuscirà a sopravvivere, per milioni di persone l’euro ha già fallito nella sua missione di sostegno alla crescita e di garanzia di stabilità. Ma come è successo?

L’economia greca, portoghese, irlandese e italiana stanno annaspando a causa delle politiche di austerità fiscale che comportano ampi tagli di budget e consistenti aumenti delle tasse. Questo mix di politiche porterà quindi ad un rallentamento non solo della loro crescita ma anche di quella del resto d’Europa.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/XZVc6p8/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.