okonjoiweala19 Getty Images

Il libero scambio ci aiuterà

GINEVRA – L’unica cosa certa del futuro è l’incertezza. E vale anche per il futuro del commercio.

Nonostante i ripetuti e preventivi avvertimenti di una possibile pandemia globale, il Covid-19 ha colto il mondo di sorpresa. L’impatto sul commercio è stato rapido e drammatico. Nel secondo trimestre del 2020, quando gran parte del mondo era in lockdown, il volume del commercio globale è crollato del 15% su base annua, una contrazione molto forte raramente osservata al di fuori dei periodi bellici.

Pochi avrebbero quindi immaginato che entro il primo trimestre del 2021, meno di un anno dopo l’inizio della pandemia, i volumi commerciali avrebbero superato i livelli pre-pandemia e raggiunto nuovi massimi storici. La moderazione dei governi nell’uso di misure commerciali protezionistiche, insieme al sostegno fiscale e monetario su larga scala, ha contribuito a guidare la ripresa economica. Nell’ottobre 2021 l’Organizzazione mondiale del commercio (Omc) ha rivisto al rialzo le sue previsioni di crescita degli scambi internazionali nel 2021 al 10,8%, rispetto all’8% precedente, e al 4,7% nel 2022.

To continue reading, register now.

Subscribe now for unlimited access to everything PS has to offer.

Subscribe

As a registered user, you can enjoy more PS content every month – for free.

Register

https://prosyn.org/mYNWI8Jit