peralta1_MUNIR UZ ZAMANAFP via Getty Images_farm laborers MUNIR UZ ZAMANAFP via Getty Images

Nuove regole globali per un futuro alimentare più equo

GINEVRA – Quest’anno, i governi hanno la possibilità di aiutarci, migliorando le norme internazionali attuali, a riprendere la strada verso un sistema di scambi agricoli più equo e sostenibile, e a superare le recenti battute d’arresto nella lotta contro la fame e la malnutrizione. Il vertice Onu sui sistemi alimentari a settembre, la conferenza Onu sul clima (COP26) a novembre, e la conferenza ministeriale dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) alla fine dello stesso mese offriranno ai responsabili politici ampie opportunità per raggiungere risultati concreti.       

La pandemia da Covid-19, le recessioni economiche, il cambiamento climatico e i conflitti hanno contribuito all’esacerbarsi del problema della fame e della malnutrizione. E il recente rapporto del Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico è l’ultimo di una serie di avvertimenti sul perché i governi dovrebbero intervenire immediatamente e con coraggio per affrontare le sfide del nostro tempo. 

In particolare, l’attenzione dei governi dovrebbe concentrarsi sulla correzione e la riduzione delle distorsioni che oggi gravano sui mercati alimentare e agricolo. Se i responsabili politici riuscissero a migliorare il funzionamento di tali mercati, i produttori e i consumatori più vulnerabili ne trarrebbero i maggiori benefici.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/NcjLNmtit