L’ Imperativo dell’Adattamento

NAIROBI – Nel periodo che ha preceduto la recente riunione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici di Lima, in Perù, gran parte dell’attenzione del mondo si è focalizzata sull’intensità con cui i paesi dovrebbero impegnarsi per un sistema normativo sulla riduzione delle emissioni di gas serra. L’impegno dei governi verso un tale quadro di riferimento, dopo tutto, è fondamentale per garantire che l’accordo che dovrebbe essere firmato a Parigi in dicembre impedisca che le temperature globali salgano più di 2º C rispetto ai livelli pre-industriali.

La buona notizia è che con il documento concordato a Lima, il “Call for Climate Action” (Appello per Interventi a favore del Clima), si sono fatti progressi tali da prospettare un accordo globale sul clima a Parigi. Ma esso ha anche lasciato molte questioni irrisolte – un limite che si è evidenziato nelle discussioni sull’adattamento. Anche se la nuova enfasi su questo importante tema è la benvenuta, si richiede maggiore precisione riguardo alle modalità con le quali fornire i finanziamenti, le tecnologie e le conoscenze di cui hanno bisogno i diversi paesi, comunità ed ecosistemi per adattarsi ai cambiamenti climatici.

Anche se limitiamo l’aumento delle temperature globali, il cambiamento climatico è una realtà. Le comunità già affrontano condizioni estreme più frequenti di siccità, alluvioni e altri eventi climatici. Queste conseguenze si potranno ulteriormente intensificare.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/Ys4awX8/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.