Una nuova speranza per Haiti

NEW YORK – Durante una recente vista alla comunità rurale di Los Palmas (Haiti), ho avuto l’opportunità di parlare con le famiglie colpite dall’epidemia di colera che sta affliggendo il paese sin dal terremoto del 2010. Un uomo mi ha raccontato che la malattia non ha solo provocato la morte della sorella, ma anche quella della suocera mentre percorreva il lungo tragitto verso l’ospedale più vicino. Ora lui e sua moglie hanno in affidamento cinque nipoti rimasti orfani.

Oggi ad Haiti storie simili sono purtroppo comuni, infatti centinaia di persone in tutto il paese hanno subito prove e tragedie simili.

Ma c’è anche qualche segnale di speranza. L’aumento dell’impegno da parte della comunità e dei cambiamenti nelle pratiche dell’igiene hanno portato le donne, gli uomini e i bambini di Los Palmas e del vicino villaggio di Jacob a liberarsi dal colera, un’inversione radicale di tendenza rispetto agli ultimi anni. Inoltre, le nuove buone pratiche di igiene hanno ridotto il rischio di contrarre altre malattie legate all’acqua. Una delle famiglie che ho incontrato mi ha mostrato, ad esempio, con orgoglio il filtro nuovo per l’acqua.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/R4T5SYa/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.