10

La Politica Estera e la Campagna Presidenziale Americana

NEW YORK – È impossibile sapere chi verrà scelto dagli elettori americani quale prossimo presidente. Ma è certo che, nel bene e nel male, tale scelta avrà profonde conseguenze per il mondo intero.

Più di ogni altra cosa, ciò riflette la perdurante realtà della potenza americana. Riflette inoltre la quasi certezza che il prossimo presidente erediterà un mondo in notevole fermento. Cosa lui o lei sceglierà di fare, e come lui o lei sceglierà di farlo, sarà molto importante per persone di tutto il mondo.

Detto questo, è difficile sapere quale ruolo giocherà la politica estera nel determinare nel prossimo futuro chi andrà ad occupare l’Ufficio Ovale. All’elezione del 2016 mancano ancora 17 mesi. Tra oggi ed allora, possono accadere, ed accadranno, moltissime cose.

Due processi politici correlati, ma distinti – le selezioni per le candidature dei partiti democratico e repubblicano – andranno in scena nel corso del prossimo anno. L’ex Segretario di Stato Hillary Clinton è la favorita per i Democratici, anche se la sua nomina alla fine non è scontata. In ogni caso, la politica estera probabilmente giocherà un ruolo marginale nella decisione, in quanto i problemi che maggiormente interessano gli elettori che probabilmente parteciperanno alle primarie democratiche sono di natura interna ed economica.