Le prossime mosse della Cina per la crescita

PECHINO – I dati ufficiali più recenti indicano chiaramente che l’economia cinese è in affanno, e secondo le previsioni la crescita annua del Pil raggiungerà all’incirca il 7,8% nel 2012. Questo risultato non sorprende.

Per frenare l’aumento dei prezzi delle case e prevenire l’impatto inflazionistico delle politiche fiscali e monetarie fortemente espansive attuate durante la crisi finanziaria globale, le autorità monetarie cinesi hanno iniziato a inasprire le condizioni finanziarie nel gennaio del 2010.

La stretta finanziaria, le misure amministrative introdotte da vari governi locali per contenere il rialzo del mercato immobiliare e l’effetto declino del pacchetto governativo di stimolo da 4mila miliardi di yen (642,3 miliardi di dollari) si sono trasformati in un graduale rallentamento economico. Mentre l’inflazione avrebbe dovuto attenuarsi all’inizio del 2011, l’aumento dei prezzi dei generi alimentari e delle materie prime ha superato le aspettative. La crescita annua dell’indice dei prezzi al consumo ha raggiunto un picco del 6,5% nel luglio del 2011.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/Ug6EyVA/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.