89

La giusta quota di Mitt Romney

NEW YORK – Le imposte sul reddito di Mitt Romney sono diventate una faccenda di grande rilevanza nell'ambito della campagna per le presidenziali USA. Si tratta solo di politica gretta, o c'è dietro qualcosa d'importante? A dire il vero, qualcosa d'importante c'è, e non riguarda solo gli americani.

Tra i temi al centro del dibattito politico negli Stati Uniti vi sono il ruolo dello Stato e la necessità di un'azione collettiva. Il settore privato, pur giocando un ruolo cruciale, non è in grado di garantire da solo la prosperità di un'economia moderna. La crisi finanziaria cominciata nel 2008 ha dimostrato, ad esempio, che una regolamentazione adeguata è indispensabile.

Oltre che su un'efficace regolamentazione, tesa a garantire, fra l'altro, eque condizioni di concorrenza, le economie moderne si basano sull'innovazione tecnologica, la quale presuppone a sua volta una ricerca finanziata dal governo. Questa è un esempio di bene pubblico, un qualcosa di cui tutti beneficiamo, che però risulterebbe insufficiente o verrebbe addirittura meno se dipendessimo dal settore privato.

I politici conservatori americani sottovalutano l'importanza di avere tecnologie, instrastrutture e un sistema educativo statali. Nei Paesi dove sono i governi a fornire i beni pubblici l'economia funziona assai meglio che dove ciò non avviene.