Dalla Maledizione alla Benedizione delle Risorse

KAMPALA – Le nuove scoperte di risorse naturali in diversi paesi africani – tra cui il Ghana, l’Uganda, la Tanzania ed il Mozambico – sollevano un’importante domanda: Queste risorse impreviste saranno una benedizione che porta con sé prosperità e speranza, o una maledizione politica ed economica, come è avvenuto in moltissimi paesi?

In media, i paesi ricchi di risorse sono andati anche peggio rispetto ai paesi senza risorse. Sono cresciuti più lentamente, e con condizioni di disuguaglianza maggiori –esattamente l’opposto di quanto ci si aspetterebbe. Dopotutto, stabilire delle imposizioni fiscali sulle risorse naturali a tassi elevati non ne causerebbe la scomparsa, il che significa che i paesi, la cui maggiore fonte di reddito è rappresentata dalle risorse naturali, possono usare queste per finanziare l’istruzione, la sanità, lo sviluppo e la redistribuzione.

Si è sviluppata una vasta letteratura in campo economico ed in quello delle scienze politiche per spiegare questa “maledizione delle risorse”, e si sono costituite delle associazioni civili (come il Controllo delle Entrate e l’Iniziativa per la Trasparenza delle Industrie Estrattive) per tentare di contrastarla. Tre ingredienti economici della maledizione son ben noti:

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/YF5MgA5it