Boom della produttività in vista?

BERKELEY – Un conto è trovarsi di fronte ad una seconda recessione, un altro dover affrontare la prospettiva molto più grave di un decennio andato perduto. Negli Stati Uniti, cresce la preoccupazione per la possibilità che la più importante recessione verificatasi dalla Grande Depressione abbia danneggiato la capacità di crescita dell’economia.

Il timore che gli Stati Uniti ed altri paesi avanzati possano subire un lungo periodo di crescita al di sotto della media è in realtà fondato. In seguito allo scotto della crisi, le banche hanno già imposto delle restrizioni sugli standard di prestito, e dovranno inoltre sottostare a requisiti di capitale e liquidità molto più rigidi, il che porterà a maggiori difficoltà per ottenere credito bancario.

Una disponibilità più limitata di credito bancario risulterà in costi di capitale più elevati, mentre le piccole e medie imprese, quali principali fonti di innovazione e di crescita dell’occupazione, ne risentiranno maggiormente.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/VaFHrr3/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.