Misurare la speranza

SEATTLE – La vita delle persone più povere del mondo è migliorata rapidamente negli ultimi 15 anni come mai prima, eppure da ottimista penso che faremo ancora meglio nei prossimi 15 anni. Dopo tutto, la conoscenza umana aumenta. Possiamo vederlo concretamente nello sviluppo e nella diminuzione dei costi di nuovi medicinali come i farmaci anti-Hiv, e nella creazione di nuove sementi che consentono agli agricoltori poveri di essere più produttivi. Una volta inventati, tali strumenti non possono scomparire, possono solo migliorare.

Gli scettici affermano che stiamo attraversando un periodo difficile nella fornitura di nuovi strumenti alle persone che ne hanno bisogno. È qui che l’innovazione nella misura di performance governative e filantropiche fa una grande differenza. Questo processo – che implica fissare obiettivi chiari, scegliere il giusto approccio e poi misurare i risultati per avere un feedback e perfezionare costantemente l’approccio – ci  aiuta a fornire gli strumenti e i servizi a chiunque ne possa beneficiare.

L’innovazione tesa a ridurre l’impasse nella fornitura di questi strumenti è cruciale. Dopo la strada del motore a vapore percorsa tempo fa, il progresso non è “destinato ad essere raro e certo”. Possiamo, di fatto, renderlo un fatto normale.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/d6GxV1x/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.