Decesso per mascolinità

LONDRA – I media riportano spesso notizie sul modo in cui le attività giornaliere possono danneggiare la nostra salute. Tuttavia, il rischio più grande per la salute globale, anche se trascurato, deriva forse proprio dalle norme di genere.

Nonostante le numerose prove che dimostrano che gli stereotipi e le aspettative basate sul genere possono avere un impatto negativo sulla salute, le questioni sanitarie legate al genere sono spesso sconosciute o mal interpretate, mentre le organizzazioni internazionali per la sanità tendono a concentrare gli sforzi specificatamente sulle donne, o addirittura solo sulle madri. Ciò nonostante, secondo l’Organizzazione Mondiale per la Sanità in tutti i paesi del mondo tranne tre le aspettative di vita delle donne superano quelle degli uomini, di 7 anni in Giappone e solo di circa un anno nei paesi più poveri dell’Africa sub-sahariana.

Le ben più lunghe aspettative di vita delle donne rispetto agli uomini sono state spesso legate alle differenze dettate dalla “predisposizione biologica” sulla base di varie teorie: da un sistema di protezione più elevato nelle donne grazie a livelli di ferro più bassi, all’assenza di alcuni geni “extra” nel cromosoma Y dell’uomo. Ma alcuni dei fattori più ovvi che comportano delle aspettative di vita più brevi per l’uomo sono in realtà legate ad un’area più comune (anche se più sensibile da un punto di vista politico), ovvero le differenze dei comportamenti “appropriati” per uomini e donne dettati dalla società e rinforzati dal mercato.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/L8OhtcV/it;