Barrie Maguire

La fine del surplus cinese

CAMBRIDGE – L’attuale surplus corrente della Cina – la combinazione tra surplus

commerciale e redditi netti derivanti dagli investimenti esteri – è il più alto al mondo. Con un avanzo commerciale di 190 miliardi di dollari e redditi derivanti da un portafoglio di asset esteri di circa 3mila miliardi di dollari, il surplus della Cina con l’estero si attesta a 316 miliardi di dollari, che corrisponde al 6,1% del Pil annuo.

Dal momento che il surplus delle partite correnti è denominato in valute estere, la Cina deve utilizzare tali fondi per investire all’estero, principalmente acquistando bond governativi emessi dagli Stati Uniti e dai paesi europei. Di conseguenza, i tassi di interesse in questi paesi sono inferiori rispetto a quanto dovrebbero essere.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/SprNG0w/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.