Un duro colpo ai “virus killer” dei bambini

GINEVRA – Se si chiedesse quali sono le due principali cause di mortalità infantile, la maggior parte delle persone risponderebbe molto probabilmente che sono la malaria e l’AIDS. In realtà la polmonite e la diarrea (malattie killer finite nel dimenticatoio) sono responsabili del più alto numero di decessi, e provocano infatti ogni anno la morte di più di due milioni di bambini, ovvero dei più vulnerabili.

Queste due malattie insieme rappresentano il 29% del numero totale dei decessi di bambini al di sotto dei cinque anni. Si tratta di una cifra pari a più del doppio del numero totale dei decessi che avvengono per AIDS e malaria insieme, e più o meno simile al numero di malattie infettive, lesioni e altre condizioni post-natali messe insieme.

Ciò nonostante, oltre allo shock che queste statistiche provocano, ancor più sorprendente è il fatto che sia la polmonite che la diarrea si possono facilmente prevenire, tanto più che sarebbe più che fattibile introdurre delle misure che ridurrebbero il numero dei decessi fino quasi a zero entro il 2025. E questo è proprio quello che ci siamo proposti di fare.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/QwOiIxb/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.