A man sits on a window of his house in Brazil Apu Gomez/Getty Images

Contrastare la Crescita Non Inclusiva

MILANO – Molti anni fa ho avuto il privilegio di presiedere una commissione sulla crescita dei paesi in via di sviluppo. I suoi membri avevano una grande esperienza economica, politica e sociale del mondo in via di sviluppo e, nonostante le loro differenze, tutti concordavano su alcuni punti cruciali. Due restano ancora vividi nella mia memoria.

Innanzitutto, come abbiamo evidenziato nelle conclusioni del nostro report finale, i modelli di crescita non inclusivi sono destinati a fallire sempre. Tali modelli non possono produrre la crescita sostenuta ed elevata necessaria a ridurre la povertà e soddisfare le aspirazioni umane fondamentali riguardo a salute, sicurezza e possibilità di contribuire in modo produttivo e creativo alla società. Essi sottoutilizzano o usano in modo inappropriato risorse umane preziose; e spesso provocano turbolenze politiche e sociali, sovente contrassegnate da forti polarizzazioni ideologiche o etniche, il che comporta gravi instabilità o paralisi politiche.

La seconda conclusione di carattere generale a cui siamo giunti è che una crescita sostenuta richiede strategie coerenti e flessibili basate su valori e obiettivi condivisi, fiducia, ed un certo grado di consenso. Naturalmente, realizzare tali condizioni è più facile a dirsi che a farsi.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/DhTixA3/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.