Trump protest Wayne Taylor/Stringer

Come sopravvivere all’era Trump

NEW YORK – In un mese a malapena, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump è riuscito a diffondere caos e incertezza – e un certo grado di paura che renderebbe fiero qualunque terrorista – a un ritmo vertiginoso. Non sorprende che cittadini, imprenditori, società civile e governo stiano combattendo per dare una risposta in maniera appropriata ed efficace.

Qualunque punto di vista sulla strada da intraprendere è necessariamente provvisorio, dal momento che Trump non ha ancora proposto una legislazione dettagliata e il Congresso e le corti non hanno risposto pienamente a questo sbarramento degli ordini esecutivi. Tuttavia il riconoscimento dell’incertezza non è una giustificazione per un rifiuto.

Al contrario, ora è chiaro che ciò che Trmp dice e twitta deve essere preso seriamente. Dopo l’elezione nel mese di novembre, c’era la speranza quasi universale che volesse abbandonare l’estremismo che ha caratterizzato la sua campagna. Certamente, si credeva che questo insieme di irrealtà avrebbe adottato un approccio differente nel momento in cui si fosse assunto la fantastica responsabilità di ciò che spesso è considerata la posizione più potente nel mondo.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/9EbdX1o/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.