NYSE Spencer Platt/Getty Images

La lezione del lunedì nero

BERKELEY – Il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha sottolineato che l’andamento del mercato azionario è una conferma del programma economico della sua amministrazione. Ma se è vero che l’indice industriale del Dow Jones è aumentato di circa il 30% dall’insediamento di Trump, la percentuale rispetto alla quale la crescita del mercato può essere legata alle politiche del presidente è incerta. Quello che è sicuro, come ci è stato ricordato recentemente, è che quello che sale può anche scendere.

Nell’interpretare i cali rapidi dei prezzi azionari e il loro impatto, molti potrebbero ripensare al 2008 e alla turbolenza del mercato legata alla bancarotta della Lehman Borthers. Ma un precedente storico più simile alle condizioni attuali è in realtà il lunedì nero, ovvero il 9 ottobre del 1987.   

Il lunedì nero è stato un grande dramma con un crollo del prezzo pari al 22,6% che ancora oggi rappresenta il calo più significativo registrato nell’arco di una giornata rispetto all’indice industriale Dow Jones. L’equivalente oggi sarebbe, fate bene attenzione, pari a 6.000 punti rispetto al Dow Jones.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/hkD44xF/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.