Stagnante e paralizzata

MILANO – I drammatici crolli recentemente registrati nei mercati azionari di tutto il mondo sono una risposta all’interazione di due fattori: i fondamentali economici e la mancanza di risposte politiche.

In primo luogo, i fondamentali. I tassi di crescita economica negli Stati Uniti e in Europa sono bassi e ben al di sotto delle recenti previsioni. La crescita lenta ha colpito duramente le stime, ed entrambe le economie rischiano una grave contrazione.

Un rallentamento in una delle due aree è destinato a produrre un rallentamento nell’altra, e nelle principali economie emergenti che fino a questo momento sono riuscite a sostenere elevati tassi di crescita a dispetto delle lente performance registrate nelle economie avanzate. La capacità di recupero dei paesi emergenti non si estenderà alla recessione double-dip dell’America e dell’Europa: non sono in grado di controbilanciare da soli il drastico crollo di domanda dei paesi avanzati, nonostante i solidi bilanci del settore pubblico.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/9e1RWWW/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.