La Rivoluzione del Prezzo del Solare

POTSDAM – Una rivoluzione silenziosa è in corso. Nel mese di novembre, Dubai ha annunciato la costruzione di un parco solare che produrrà energia elettrica per meno di 0,06 dollari per kilowattora – costo di gran lunga inferiore a quello delle opzioni di investimento alternative, gli impianti a gas o a carbone.

Questo parco – che dovrebbe essere operativo nel 2017 – rappresenta anche un ulteriore presagio di un futuro in cui l’energia rinnovabile rimpiazzerà i combustibili fossili tradizionali. Infatti, sembra non passi settimana senza che giungano notizie riguardo a qualche importante accordo per la costruzione di un impianto fotovoltaico. Nel solo mese di febbraio, ci sono stati annunci di nuovi progetti di energia solare in Nigeria (1,000 megawatts), Australia (2,000 MW), e India (10,000 MW).

Non c’è dubbio alcuno che questi sviluppi siano positivi per la lotta contro il cambiamento climatico. Ma la motivazione più importante che li sospinge è il profitto, non l’ambiente, in quanto una maggiore efficienza nella distribuzione dell’energia e, laddove necessario, nello stoccaggio, riduce il costo di produzione dell’energia rinnovabile.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/sOoE5E8/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.