Xinhua/Zeng Tao via Getty Images

Garantire lo Stato di Diritto in Mare

TOKYO – Mai come adesso il Giappone si è trovato in una posizione talmente adatta ad assumere un ruolo più ampio e proattivo di garante della pace in Asia e nel mondo. Godiamo il sostegno esplicito ed entusiasta dei nostri alleati e di altri paesi amici, tra cui tutti i paesi membri dell'ASEAN e degli Stati Uniti, dell’Australia, dell’India, del Regno Unito e della Francia, tra gli altri. Tutti questi paesi sanno che il Giappone si batte per lo Stato di diritto – sia per Asia e sia per tutti gli altri popoli.

Noi non siamo soli. Nella maggior parte dei paesi dell'Asia che si affacciano sul Pacifico, la crescita economica ha alimentato la libertà di pensiero e di religione, nonché sistemi politici più responsabili e reattivi. Anche se il ritmo di tali cambiamenti varia da paese a paese, l'idea di Stato di diritto ha messo radici. E questo significa che i leader politici di stampo religioso devono garantire il rispetto del diritto internazionale.

E l’ambito in cui questo bisogno risulta più impellente è il diritto marittimo internazionale. La regione asiatica del Pacifico ha raggiunto una crescita enorme nel giro di una sola generazione. Purtroppo, una parte molto grande e relativamente sproporzionata dei frutti di questa crescita sta andando verso l'espansione militare. Le fonti di instabilità includono non solo la minaccia delle armi di distruzione di massa, ma anche - e più immediatamente - gli sforzi per modificare lo status quo territoriale con la forza o la coercizione. E questi sforzi si svolgono in gran parte in mare.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

http://prosyn.org/5I82XSy/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.