1

Altri sette anni di tempi difficili?

NEW HAVEN – Molti dei discorsi emersi durante il simposio di Jackson Hole, che si è svolto ad agosto e ha visto riuniti banchieri centrali ed economisti di tutto il mondo, hanno riguardato un documento, presentato durante il convegno, che dà una spaventosa valutazione di lungo periodo sul futuro delle economie mondiali.

Il documento, “After the Fall” (Dopo il crollo), è stato scritto dagli economisti Carmen Reinhart e Vincent Reinhart. Questa opera attinge da un recente libro, scritto a due mani da Carmen Reinhart e Kenneth Rogoff, dal titolo Questa volta è diverso. Otto secoli di follia finanziaria.

Dal documento dei Reinhart si evince che, a differenza della decade che precede le crisi finanziarie – come quella iniziata tre anni fa – la successiva «finestra di dieci anni» mostra «un tasso di crescita del Pil e prezzi delle case notevolmente più bassi e una disoccupazione più elevata». Di conseguenza, si potrebbe concludere che dovremo affrontare più o meno altri sette anni di tempi difficili.

La teoria economica non è sufficientemente sviluppata per predire i maggiori punti di svolta attraverso principi generali o modelli matematici. Dobbiamo quindi affondare le nostre indagini nella storia. La storia potrebbe essere una scienza sociale “debole”, ma va esaminata, considerando anche tempi molto lontani, se vogliamo comprendere le importanti crisi del passato.