Skip to main content

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated Cookie policy, Privacy policy and Terms & Conditions

john maynard keynes Tim Gidal/Picture Post/Getty Images

Rivisitazione della stagnazione secolare

WARWICK – La disputa pubblica tra il Premio Nobel Joseph Stiglitz e l’ex Segretario del Tesoro americano Larry Summers è significativa per la personale animosità che rivela chi tra i due economisti essenzialmente concorda sull’economia. Stiglitz lancia un attacco non troppo sottile a Summers per non aver insistito su un più ampio deficit fiscale quando era alla guida del National Economic Council durante la presidenza di Obama. Summers risponde che la politica ha reso impossibili maggiori misure di stimolo fiscale. E se da un lato entrambi concordano sul fatto che la Grande Recessione avrebbe potuto essere superata con un maggiore stimolo fiscale, nessuno dei due ha indicato il modello economico alla base delle loro scelte.

Summers ritempra l’opera di Alvin Hansen, che ha introdotto il concetto di stagnazione secolare negli anni 30. Ma non ho visto Summers esporre un modello di equilibrio generale dinamico del tutto articolato a sostegno del suo pensiero. E nella sua opera scritta su questo argomento, passa agevolmente da una definizione di stagnazione secolare che coinvolge in modo permanente tassi di crescita più bassi conseguenti a bassi investimenti a un’altra che prevede occupazione permanentemente bassa come conseguenza di una carente domanda aggregata.

Non è esattamente la stessa cosa. Nella sua replica a Stiglitz, Summers scende in campo a favore dell’ultima definizione. A suo avviso, “lasciata ai propri strumenti, l’economia privata non può tornare alla piena occupazione dopo una brusca contrazione”.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

https://prosyn.org/mu9Ja8Mit;

Handpicked to read next

  1. marin8_Bernd von Jutrczenkapicture alliance via Getty Images_germanyfinanceminister Bernd von Jutrczenka/picture alliance via Getty Images

    Germany Can Reduce Its External Surplus

    Dalia Marin

    For years, Germany's ballooning current-account surplus has rankled the rest of the world, and German policymakers have thrown up their hands as if powerless to do anything about it. But the external imbalance is a result of policies that are fully within the government's power to change.

    0
  2. op_campanella7_Aurelien MeunierGetty Images_billgatesrichardbransonthumbsup Aurelien Meunier/Getty Images

    Abolish the Billionaires?

    Edoardo Campanella

    Even many of the wealthiest Americans would agree that the United States needs to overhaul its tax policies to restore a sense of social justice. But, notes Edoardo Campanella, Future of the World Fellow at IE University's Center for the Governance of Change, such reforms would not be enough to restart the engines of social mobility and promote greater equality of opportunity.

    11