Richard Lambert  and John Springford,  British Isolation from Europe as euroskeptics gained considerable force, pound euro taxrebate.org.uk/Flickr

Splendido Isolamento?

LONDRA – L’adesione all’Unione Europea ha incatenato l’economia britannica ad un cadavere. Il Regno Unito è stato vincolato da una vastità di costosa burocrazia ad un gruppo di economie moribonde senza prospettive di crescita. Di conseguenza, gli esportatori del Regno Unito sono stati frenati rispetto dalla rapida crescita dei mercati del Commonwealth e del mondo in via di sviluppo.

Questa, in estrema sintesi, è la visione degli euroscettici britannici, che ha guadagnato notevole forza in questi ultimi anni di crisi al rallentatore dell’Europa. I fatti, però, presentano una storia molto diversa.

Un nuovo studio condotto dal Center for European Reform (CER) si pone la seguente domanda: quanto vale realmente l’adesione al mercato unico per il Regno Unito? La risposta più scontata è che una stretta integrazione con il resto d’Europa offre accesso a un mercato di oltre 500 milioni di persone e inietta sane dosi di concorrenza e investimenti nell’economia britannica, contribuendo ad aumentare la produttività.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/FzQYXw2/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.