strain_Win McNameeGetty Images_trump Win McNamee/Getty Images

I repubblicani sono destinati a perdere con Trump

WASHINGTON – Il partito repubblicano non ha ottenuto un buon risultato nelle elezioni statunitensi di medio termine e i candidati più vicini all’ex Presidente Donald Trump hanno registrato il risultato peggiore. La mancata “ondata rossa” che era stata pronosticata potrebbe far comprendere al partito che Trump rappresenta una rischio elettorale al ribasso.

Le politiche economiche di Trump non hanno di fatto rappresentato un fattore significativo  nella prestazione negativa del partito, ma di certo non hanno aiutato. Il marchio di Trump nella politica economica rappresenta infatti un falso populismo che offre promesse vuote alla classe operaia, come se la rabbia e il risentimento fossero sostituti adeguati di stipendi più alti e migliori opportunità.

Quando era Presidente, Trump non ha agito a vantaggio dei lavoratori e delle famiglie medie. Se da un lato infatti i suoi tagli alle imposte aziendali del 2017 indurranno una pressione al rialzo sugli stipendi attraverso l’incentivazione di investimenti a favore della produttività, dall’altro Trump ne ha di fatto neutralizzato gli aspetti positivi con la sua guerra commerciale distruttiva che ha portato a una riduzione degli investimenti stessi. Questa guerra commerciale ha oltretutto ridotto la disoccupazione nel settore manifatturiero  lasciando senza alcun beneficio anche questo gruppo di elettori.

To continue reading, register now.

Subscribe now for unlimited access to everything PS has to offer.

Subscribe

As a registered user, you can enjoy more PS content every month – for free.

Register

https://prosyn.org/IOSEf8bit