Quantitative easing e renminbi

CAMBRIDGE – La politica di quantitative easing, o allentamento monetario, attuata dalla Federal Reserve americana sta svalutando il dollaro rispetto alle altre valute che hanno tassi di cambio fluttuanti. Ma in che modo la nuova manovra della Fed impatta su uno dei più importanti tassi di cambio – ossia il tasso del renminbi rispetto al dollaro e alle altre monete?

L’effetto del quantitative easing sui tassi di cambio del dollaro verso le valute a tasso fluttuante è un’azione prevista dalla Fed per aumentare la liquidità in dollari. L’ondata di biglietti verdi sta abbassando il valore del dollaro rispetto a tali valute, il cui volume è rimasto costante ed è cresciuto più lentamente.

L’obiettivo della Fed potrebbe essere quello di stimolare l’attività domestica negli Stati Uniti e di ridurre il rischio di deflazione. Eppure, intenzionale o meno, la massiccia liquidità di dollari incide anche sul valore internazionale del dollaro. Gli investitori americani che vendono bond alla Fed cercheranno di diversificare i dollari ottenuti dalla vendita, ad esempio acquistando bond e titoli esteri, in modo tale da spingere al rialzo il valore di quelle valute.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To access our archive, please log in or register now and read two articles from our archive every month for free. For unlimited access to our archive, as well as to the unrivaled analysis of PS On Point, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/zqCtxc4/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.