People crowd Fort Lauderdale International Airport Michele Eve Sandberg/Getty Images

I pericolosi presupposti della legge PROMESA

NEW YORK – L’economia di Puerto Rico versa in pessime acque. Oltre un decennio di recessione ha reso il debito pubblico insostenibile e alimentato l’emigrazione verso gli Stati Uniti con ripercussioni sulla vita di migliaia di famiglie e un aumento degli oneri per coloro che restano. Invertire questa dinamica destabilizzante richiede una ristrutturazione del debito in grado di fornire gli aiuti necessari per attuare politiche pro-crescita. Purtroppo, ciò che viene offerto è ben lungi dall’essere sufficiente. 

La ristrutturazione del debito di Puerto Rico è regolata dalla legge PROMESA (Puerto Rico Oversight, Management, and Economic Stability Act), una legge federale entrata in vigore nel giugno 2016 che ha inoltre sancito l’istituzione di un Consiglio di vigilanza fiscale per il commonwealth statunitense. 

Il processo di ristrutturazione è iniziato il 3 maggio scorso, quando il Consiglio ha presentato un’istanza al tribunale federale. Sono, tuttavia, molte le decisioni cruciali ancora da prendere, come stabilire a quanto ammonterà lo sgravio complessivo e come verrà ripartito il “taglio” tra i possessori dei diversi titoli di Stato. Tali decisioni determineranno altresì la fattibilità delle politiche volte a rilanciare le prospettive economiche di Puerto Rico e, quindi, la capacità di solvenza del paese nei confronti dei suoi creditori.  

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/uVRFH1L/it;