schetyna1_Artur WidakNurPhoto via Getty Images_polish eu flags Artur Widak/NurPhoto via Getty Images

Bisogna riportare la Polonia in Europa

VARSAVIA – Il recente appello del Presidente francese Emmanuel Macron a riformare l’Unione europea è un segno di speranza per tutto il continente. Nonostante le differenze, ci troviamo d’accordo sulle questioni principali. Macron ha fondamentalmente ragione rispetto a quello che deve fare l’Europa per continuare a progredire. Dobbiamo rivitalizzare l’UE rendendola più democratica, coesa ed equa, e dobbiamo rafforzare l’Europa contro i nemici che la indeboliscono, ovvero le forze populiste al suo interno e i poteri esteri che le sostengono.

Quando i populisti ottengono il potere, come il partito polacco Diritto e Giustizia (PiS) che è ora al governo, desiderano seminare divisione tra i partiti democratici di opposizione. Ma noi siamo riusciti a superare la loro cinica strategia creando la Coalizione europea di forze di opposizione in vista delle elezioni del Parlamento europeo a maggio. Questa nuova alleanza democratica, che è sotto la mia guida, è già avanti nei sondaggi e ha buone possibilità di sconfiggere il PiS a a maggio e poi nelle elezioni politiche della Polonia in autunno.

Entrambe queste elezioni sono fondamentali. La Polonia ha bisogno di un nuovo governo che rispetti lo stato di diritto e che svolga un ruolo positivo all’interno dell’UE. L’Europa ha invece bisogno di una Polonia che, pur difendento i suoi interessi, combatta duramente a sostegno dei valori della democrazia che sono essenziali per il futuro dell’UE.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

or

Register for FREE to access two premium articles per month.

Register

https://prosyn.org/JzsASmuit