I Tuoi Dati o la Vita

LONDRA – Il nuovo orologio di Apple tiene sotto controllo la tua salute. Google Now raccoglie le informazioni necessarie per calcolare l’ora giusta per andare in aeroporto. Amazon ti dice quali libri desideri, i generi alimentari di cui hai bisogno, i film che ti piaceranno - e ti vende il tablet che ti consente di ordinare queste cose e altro ancora. Le luci si accendono quando arrivi vicino casa, e la casa si regola sulla temperatura ambientale da te prescelta.

Questa fusione, e sintesi, di hardware e servizi digitali è progettata per rendere la nostra vita più facile, e non c’è dubbio che lo faccia. Ma abbiamo smesso di porrci domande fondamentali, sia su noi stessi che sulle aziende a cui ci affidiamo perché tutte queste cose siano svolte? Abbiamo considerato a sufficienza il costo potenziale di tutto questo comfort e questa facilitazione, e ci siamo chiesti se il prezzo vale la pena?

Ogni volta che si aggiunge un nuovo dispositivo, diamo via un piccolo pezzo di noi stessi. Spesso lo facciamo quasi senza nessuna consapevolezza riguardo a coloro che se ne appropriano, tanto meno riguardo alla condivisione o meno di etica e valori. Possiamo avere un’idea superficiale di ciò che, dietro questa convenienza, le aziende fanno con i nostri dati; ma, al di là del marketing, le persone reali che gestiscono questi organismi sono senza volto e senza nome. Sappiamo poco di loro, ma di sicuro loro sanno molto di noi.

To continue reading, please log in or enter your email address.

Registration is quick and easy and requires only your email address. If you already have an account with us, please log in. Or subscribe now for unlimited access.

required

Log in

http://prosyn.org/xBqnFT6/it;