Pupils write on their notebook as they attend class at a primary school in Pikine SEYLLOU/AFP/Getty Images

Come contribuire al miglioramento dell’istruzione in Africa

JOHANNESBURG – L’Africa è nel mezzo di una crisi dell’istruzione. Malgrado le promesse di migliorare l’accesso all’istruzioni per tutti i bambini entro il 2030, molti governi africani non riescono a finanziare questa ambiziosa componente dei Sustainable Development Goals (SDG), ossia degli Obiettivi Onu per lo sviluppo sostenibile. C’è ancora tempo per affrontare questa carenza finanziaria, ma solo se le nuove strategie di investimento saranno abbracciate con vigore.

Oggi, all’incirca metà dei giovani al mondo, compreso qualcosa come 400 milioni di ragazze, non ricevono l’istruzione per riuscire nel mondo del lavoro del futuro. Questa sfida è più pressante in Africa; sebben il 75% delle ragazze dell’Africa sub-sahariana inizi la scuola, solo l’8% completano il ciclo di istruzione secondaria. L’Africa sub-sahariana è l’unica regione in cui le donne a tutt’oggi non si iscrivono ai corsi di istruzione terziaria e non conseguono una laurea agli stessi tassi degli uomini.

Questi problemi sono ben noti, benché non sempre affrontati. Meno comprensibile è l’impatto contradditorio che la futura crescita dell’Africa avrà sulla disponibilità dei finanziamenti per l’istruzione.

We hope you're enjoying Project Syndicate.

To continue reading, subscribe now.

Subscribe

Get unlimited access to PS premium content, including in-depth commentaries, book reviews, exclusive interviews, On Point, the Big Picture, the PS Archive, and our annual year-ahead magazine.

Help make our reporting on global health and development issues stronger by answering a short survey.

Take Survey

http://prosyn.org/sR8gP0M/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.