Il test delle auto-robot

ANN ARBOR – È il 15 giugno 2030, e per Sam e Sue di Ann Arbor, nel Michigan, si preannuncia una giornata impegnativa. Sophia, una delle loro figlie, ha un incontro di karate alle nove, poi, a mezzogiorno, c'è la cerimonia per la consegna del diploma di maturità della sorella maggiore Sally e, infine, tutti i preparativi per i festeggiamenti dovranno essere completati entro le 15.

Alle 08:40, utilizzando un'applicazione del suo smartphone, Sam prenota un'auto con Maghicle, la società di servizi per la mobilità di Ann Arbor che si avvale di vetture a guida autonoma, cioè di auto-robot. Nel giro di pochi minuti, il mezzo preleva Sam, Sue e Sophia e si dirige verso la palestra di karate. Lungo il tragitto, Sophia ha modo di studiare i video delle partite precedenti dell'avversaria, Sue di leggere la posta elettronica arretrata e Sam di ordinare stuzzichini e fiori per la festa. Arrivano puntuali a destinazione, poi l'auto riparte per andare a prendere un altro cliente nei paraggi.

Sally, che deve arrivare a scuola entro le ore 10:30, ha già prenotato un altro servizio con Maghicle. Mentre sale in macchina alle 10:15, riceve un messaggio dalla sua migliore amica Amanda, che le chiede un passaggio. Sally non fa che inserire l'indirizzo di Amanda utilizzando la stessa app e il robot ricalcola il percorso migliore.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/fYFTE4I/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.