Un Nuovo Tetto al Prezzo del Petrolio

LONDRA – Se c’è un numero che determina il destino dell’economia mondiale, questo è il prezzo di un barile di petrolio. Tutte le recessioni globali, dal 1970, sono state precedute come minimo da un raddoppio del prezzo del petrolio, e ogni volta che esso si è dimezzato ed è rimasto basso per sei mesi, o giù di lì, ne è seguita un importante accelerazione della crescita globale.

Il prezzo del petrolio, dopo essersi abbassato da 100 a 50 dollari, oggi si aggira proprio intorno a questa soglia critica. Dunque, ci si deve aspettare che 50 dollari siano il prezzo minimo o massimo del nuovo “trading range” del petrolio?

La maggior parte degli analisti considera ancora 50 dollari come la soglia minima- o addirittura il trampolino di lancio, in quanto il posizionamento nel mercato dei futures suggerisce aspettative per un rimbalzo abbastanza rapido ad un livello di 70 o 80 dollari. Ma l’economia e la storia suggeriscono che il prezzo di oggi andrebbe considerato probabilmente come il tetto massimo di un trading range molto più basso, che potrebbe scendere ulteriormente fino a 20 dollari.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/WJYa2IF/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.