0

Le Pillole di Veleno dell’Industria Farmaceutica

BOSTON – Non è necessario trascorrere la vita nel settore della sanità a livello globale per rendersi conto che i farmaci scadenti o contraffatti costituiscono un grave pericolo per la salute pubblica. Dall’Azerbaigian allo Zambia, questi falsi prodotti si sono infiltrati nelle filiere farmaceutiche, distruggendo i più promettenti programmi per il controllo, la gestione e lo sradicamento di malattie mortali. Tuttavia, poco è stato fatto per fermare questa attività criminale.

Essendo cresciuto in Pakistan, ho capito quanto fosse importante per mia madre, come per qualsiasi genitore istruito, sapere quali farmaci e quali farmacie fossero affidabili. Poco è cambiato da allora. I farmacisti locali, da Lahore a Lusaka, continuano a vendere una varietà di marche dello stesso farmaco a prezzi diversi, e i negozianti sono chiamati a dare un parere sincero sui loro vantaggi e svantaggi.

Purtroppo, il problema è molto più grave di qualche medicinale scadente venduto nella farmacia all’angolo. Ogni anno si vendono circa 75 miliardi di dollari di farmaci non a norma, causando circa 100 mila morti in tutto il mondo, e facendo gravemente ammalare un numero anche più elevato di persone. Il commercio di farmaci di cattiva qualità compromette inoltre i fragili sistemi della sanità pubblica dei paesi poveri. Oltre ad uccidere i consumatori, gli effetti dei medicinali scadenti possono essere trasmessi dai genitori ai figli, e persino creare nuovi ceppi di malattie farmaco-resistenti che costituiscono una minaccia per noi tutti.

Eppure la lotta contro tali farmaci non è mai stata assunta seriamente come altre emergenze sanitarie globali quali la malaria, l’HIV, o la mortalità materna e infantile. Questo può essere dovuto alla mancanza di strategie chiare.