La giusta quota di Mitt Romney

NEW YORK – Le imposte sul reddito di Mitt Romney sono diventate una faccenda di grande rilevanza nell'ambito della campagna per le presidenziali USA. Si tratta solo di politica gretta, o c'è dietro qualcosa d'importante? A dire il vero, qualcosa d'importante c'è, e non riguarda solo gli americani.

Tra i temi al centro del dibattito politico negli Stati Uniti vi sono il ruolo dello Stato e la necessità di un'azione collettiva. Il settore privato, pur giocando un ruolo cruciale, non è in grado di garantire da solo la prosperità di un'economia moderna. La crisi finanziaria cominciata nel 2008 ha dimostrato, ad esempio, che una regolamentazione adeguata è indispensabile.

Oltre che su un'efficace regolamentazione, tesa a garantire, fra l'altro, eque condizioni di concorrenza, le economie moderne si basano sull'innovazione tecnologica, la quale presuppone a sua volta una ricerca finanziata dal governo. Questa è un esempio di bene pubblico, un qualcosa di cui tutti beneficiamo, che però risulterebbe insufficiente o verrebbe addirittura meno se dipendessimo dal settore privato.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To read this article from our archive, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles from our archive every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you agree to our Terms of Service and Privacy Policy, which describes the personal data we collect and how we use it.

Log in

http://prosyn.org/BXERYdj/it;

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.