A group of migrant people stand on board a Spanish coast guard vessel JORGE GUERRERO/AFP/Getty Images

Far Funzionare la Migrazione

MILANO – Quattro sono i pilastri della globalizzazione e dell’interdipendenza economica: commercio, investimenti, migrazione e flusso di informazioni, siano esse dati o conoscenze. Ma solo due – commercio e investimenti – sono basati su strutture relativamente efficaci, rafforzate dal consenso interno e dagli accordi internazionali. Gli altri due – migrazione e informazioni – necessitano fortemente di quadri di riferimento simili.

Entrambi i fenomeni rappresentano sfide pressanti, anche se la migrazione si può ritenere la questione più urgente, considerata l’intensa crescita degli ultimi anni che ha travolto le strutture esistenti. E, in effetti, sono in corso iniziative intese a realizzare un nuovo quadro condiviso per la gestione dei flussi transnazionali di persone.

A settembre 2016, le Nazioni Unite hanno avviato un processo biennale per realizzazione del Global Compact on Migration entro la fine del 2018. “Questo non sarà un trattato formale”, afferma il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, “né stabilirà alcun vincolo obbligatorio per gli stati”. Egli sostiene che “si tratta di un’opportunità senza precedenti per i leader per sfatare i pericolosi pregiudizi che circondano i migranti ed elaborare una visione comune su come far funzionare la migrazione per tutti”.

To continue reading, please log in or enter your email address.

To continue reading, please log in or register now. After entering your email, you'll have access to two free articles every month. For unlimited access to Project Syndicate, subscribe now.

required

By proceeding, you are agreeing to our Terms and Conditions.

Log in

http://prosyn.org/TtdEED2/it;

Handpicked to read next

Cookies and Privacy

We use cookies to improve your experience on our website. To find out more, read our updated cookie policy and privacy policy.